Scrivere la descrizione perfetta per i prodotti del tuo e-commerce in 7 passaggi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Come si scrive la descrizione di un prodotto su un e-commerce? Prima di affrontare questo argomento dobbiamo fare delle importanti premesse:

  1. sempre più persone acquistano online
  2. la differenza tra reale e digitale è sempre più sottile
  3. il potenziale cliente vive in un mondo informaticamente integrato e cerca risposte sempre più veloci alle proprie esigenze.

Per un attimo ti chiedo di dimenticare di avere un e-commerce e supponiamo che tu abbia un negozio fisico e che una cliente ti chieda informazioni su questo prodotto:

La tua risposta potrebbe mai essere “guardi signora, è una poltrona verde” … penso proprio di no!!!

Sono sicuro che daresti tante informazioni, sul brand, su come è prodotta, preciseresti le dimensioni, daresti informazioni sulla consegna o sul ritiro, parleresti delle imbottiture e poi magari chiederesti alla cliente se ha bisogno di altre informazioni e quali… Giusto? GIUSTO!

Ora torniamo al tuo e-commerce, credi che “poltrona verde” sia una buona descrizione?
GRAZIE AL PIFFERO… LO VEDO CHE È UNA POLTRONA VERDE, DIMMI DI PIÙ!

Non basta limitarsi a descrivere il prodotto in foto, bisogna pensare al vantaggio che darà al cliente, la descrizione è il tuo venditore se anzichè avere un e-commerce avessi un negozio fisico!
Cosa diresti ad una commessa che risponde “è una poltrona verde” alla signora che ha fatto una domanda sul prodotto?

Ti sarà chiaro adesso che la descrizione deve saper vendere il prodotto, è estremamente importante per guidare e persuadere l’utente all’acquisto!

Adesso ti elenco le 7 regole d’oro per una descrizione perfetta

1. Pensa ad un acquirente preciso

La prima cosa da fare è pensare a chi servirà quel prodotto e immaginare di averlo di fronte e parlargli come se volessimo davvero intavolare una conversazione con lui/lei, decidete a monte se essere formali, informali, ironici ma fatelo in base all’acquirente ideale di quel determinato prodotto. Cerchiamo di essere diretti e dare risalto ai vantaggi con una comunicazione personalizzata, in questo modo non parleremo a un mucchio di persone disinteressate ma centreremo una nicchia di potenziali acquirenti!

2. Perché deve comprare quel prodotto e non un altro?

Il parolone che di solito si usa in marketinghese è qual è la tua UVP – unique value proposition – che tradotto per noi poveri mortali vuol dire: cos’ha di diverso il tuo prodotto che crei un valore tale da convincere un utente a comprare da te? Oppure, semplificando ancora, perché deve comprare da te?

Come si risponde a questo quesito? Facile: elenca i valori del tuo prodotto, e per ognuno di loro fatti questa domanda: do più valore o sono unico in questa cosa rispetto ai miei competitor? Se la risposta è si hai vinto altrimenti continua… se rispondi onestamente, ti accorgerai ben presto che all’inizio del paragrafo ti ho mentito…. NON È SEMPLICE!

Vediamo alcuni esempi:

PREZZO: sono unico e competitivo?
Se la risposta è si la tua leva di vendita sarà sicuramente il risparmio, ma se la risposta è NO inutile armarsi per una battaglia persa in partenza e continui la tua ricerca.

ESCLUSIVA: i miei prodotti sono in vendita altrove?
Se la risposta è si inutile parlarne cerca ancora!

RESO: da più valore rispetto ai miei competitor?
Se la risposta è si allora questa è di sicuro qualcosa da mettere in evidenza, il fatto che sia o no gratuito o prolungato oltre i 15 giorni previsti dalla legge e così via.

Un certo Cosimino Amazon (Jeff besos) è diventato l’uomo più ricco del mondo continuando a farsi questo tipo di domande!

Gli esempi fatti sono ad ampio raggio, tu ovviamente devi circoscriverli al tuo prodotto e ad ogni singolo prodotto del tuo e-commerce, ricorda non devi descrivere il prodotto ma i vantaggi che l’acquirente potrà trarne!

3. Evita le ovvietà

“È una poltrona verde, comodissima e di altissima qualità” e be in effetti ci sono in giro quegli e-commerce che dicono “guardi… la tonalità di verde fa abbastanza cagare, quanto ti siedi senti i chiodi della struttura che ti infilzano il fianco che peritonite togliti proprio e tutti i materiali sono accuratamente scelti tra gli scarti di un calzaturificio”

Anzi ti sfido a cercare un e-commerce che dica in una descrizione “la qualità è mediocre ma, d’altronde, come spendi mangi”

Stai descrivendo un prodotto con l’intento di venderlo, è ovvio che se ne esalti la qualità senza argomentare la descrizione risulterà falsa… non devi dirmi che è di qualità, devi farmi capire il perché la sua qualità è migliore delle altre!

Come si trasmette la qualità? Cerca di creare una descrizione molto dettagliata del prodotto, raccontane le caratteristiche che non si possono evincere dalla foto, racconta i valori che ci sono dietro. L’essere specifici, tecnici e dettagliati vi garantirà credibilità e il prodotto sarà percepito come qualitativo.

Questo aspetto è fondamentale soprattutto se i tuoi prezzi non sono competitivi. Io dico sempre ai miei clienti, citando il film “Il diavolo veste Prada”:

“Vendere? Con gli sconti? Avanguardia pura!”

Luca Miacola

4. Racconta una storia

“È una poltrona verde” potrebbe diventare tranquillamente questo:
“immagina di tornare la sera a casa dopo una giornata trascorsa in ufficio lontano dai tuoi bambini, quanto sarebbe bello rilassare corpo e mente su una poltrona come questa. la tonalità di verde scelta è perfetta per rilassare la tua vista dopo tante ore al PC, il morbido tessuto che la riveste accarezzerà il tuo corpo come in un abbraccio. i tuoi bambini seduti sull’ampio bracciolo ti racconteranno al loro giornata e si addormenteranno sulla tua spalla mentre guardate insieme la Tv o racconti loro una favola”

Come vedi non ho venduto la poltrona ma il rientro a casa dopo una giornata stressante in pieno relax di cui la poltrona è parte integrante, ho accarezzato i sensi del mio interlocutore e attirato la sua attenzione “seducendolo”.

5. Crea elenchi

Le caratteristiche principali del prodotto vanno messe in un elenco sai perché? Perché il cervello umano adora gli elenchi e se tu sei arrivato a questo punto della lettura è proprio perché ho organizzato il contenuto sotto forma di elenco.

Creare un elenco con le caratteristiche principali aiuterà anche il lettore a trovare più facilmente ciò che cerca, non a caso il nostro già citato amico Cosimino Amazon inserisce l’elenco puntato (i bullet) prima della descrizione proprio perché sono la prima cosa che gli utenti andranno a leggere!

6. Riprova sociale

Metti in evidenza le esperienza degli altri clienti. Se riesci a farlo con riferimenti esterni come recensioni Google, Facebook, e-Shop, Trustpilot ancora meglio perché le recensioni scritte direttamente dal cliente sono più credibili di quelle trascritte sul sito, ad ogni modo cercate di incorporarle nella pagina, non vorrei mai che un potenziale cliente esca dall’e-commerce per leggere le recensioni (anche per questo Mimino Amazon docet)

7. Non c’entra un cavolo con la descrizione ma va detto

Cosa fa una brava commessa quando il cliente non compra o è indeciso? Se è davvero brava chiede “c’è altro che vuole sapere, come posso aiutarla?” La brava commessa non molla l’osso!

Come possiamo replicare questa cosa in una scheda prodotto?
LIVE CHAT – WHATSAPP – FACEBOOK MESSENGER

Ormai gli utenti vogliono risposte immediate e voi dovete essere li per darle nel minor tempo possibile!

Come sono le descrizioni del tuo e-commerce?

Se credi che il tuo e-commerce non stia fatturando quanto dovrebbe non esitare a contattarci, faremo un check gratuito e ti diremo come intervenire!

SPECIALE Ecommerce

Richiedi subito un check gratuito del tuo Ecommerce

Ci bastano 3 dati!

Vuoi approfondire l'argomento?

Lasciaci il tuo numero e ti chiameremo noi!